~ Come mai non si riesce a rispondere alle parole dei bulli? (Parliamo di Cyberbullismo) ~

Ciao amici miei ♡
Come state?

Girovagando su instagram e youtube mi sono resa conto che molti #contentcreator e persone, ricevono commenti d’odio e parole poco carine.
Avendo messo con coscienza i loro contenuti sanno che devono fare i conti anche con questo.
L’odio online non è mai giustificabile, non è mai giusto che debba esserci.

Pensiamo ad una persona che va a scuola, che sta cercando di capire come comportarsi, che è o non è suo amico, che sta cercando di capire quanto gli piace la scuola e di che materie gli piacciono.
Una persona tanto forte quanto fragile, se ci si pensa.
In via di costruzione, in un certo senso.
Una persona in “Work in progress”.

Di punto in bianco, ecco che si vede sui social una pagina contro di lui/lei.
Ecco che si ritrova messaggi provenienti da terzi che magari neanche conosce.
Messaggi che spesso e volentieri hanno come testo “Nessuno ti ama/che ci fai al mondo!?”, concetti così.

Davanti a questi messaggi si può provare a rispondere una volta, due, tre.
Si può dire al mittente che se non smette arriverà una denuncia.
Lo si può dire alla famiglia, alla scuola..

Ma oltre non si può andare.
Perché la paura di cosa accade dopo quel messaggio è troppo grande.
Perché il timore che ne possano arrivare altri simili è reale, è concreto.

E allora non si risponde.
Semplicemente si spera.
Ci si ripete che sono persone “senza una faccia” che dicono la loro opinione, solo per sprecare tempo.
Si chiude il PC o si spegne il telefono velocemente, perché ad un certo punto dici “BASTA!”.

Il #cyberbullismo fa male, lascia senza parole e può avvenire in tanti contesti, essere diretto a chiunque.

Se sapete di casi di Cyberbullismo, segnalate se vi è possibile e supportate chi lo sta subendo.

#hatetrackers @hate_trackers #cyberbullismo #bullismocyberbullismo #leonedatastiera #leonidatastiera #paroleinrete #online

21 Febbraio 2023
IL PROGETTO

Hate Trackers può essere qualsiasi persona

Soprattutto giovani che fanno attivismo, che si impegnano a trovare casi di hate speech e modi efficaci per contrastarli, aiutando al contempo le vittime a denunciarli.

UNISCITI A NOI. DIVENTA HATE TRACKERS

🗓️Nell’#hashtagday come non ricordavi il nostro #HateTrackers

👉Puoi utilizzarlo per aiutarci a creare una community di sostegno e per segnalare i commenti d’odio che trovi in rete

#Odioonline #Stopodioonline #Hatespeech #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

23 Agosto 2022

Noi di #HateTrackers vogliamo sapere qual è il posto dove ti senti completamente al sicuro? La tua zona comfort dove sai che puoi rifugiarti o che ti aiuta a sentirti bene ? 👇👇👇👇

#Odioonline #Stopodioonline #Hatespeech #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

18 Agosto 2022
COME PARTECIPARE

Usa il nostro hashtag sui social

Condividi la tua storia e i tuoi pensieri sull'hate speech e le fake news, utilizzando il nostro hashtag, per comparire sul nostro social wall.

#hatetrackers

👉Noi di #HateTrackers abbiamo da sempre voluto trattare gli effetti della minimizzazione dell’odio online, delle fake news e dell’hate speech in generale sul web. I contenuti di odio e rabbia sui social vengono cioè sempre più spesso sottovalutati, quasi come fossero un tratto “naturale” nel genere umano.

Cosa significa per te, quando avviene, vedere normalizzato l’odio online?👇👇👇👇

#Odioonline #Stopodioonline #Hatespeech #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

16 Agosto 2022

Quali sono i rischi del nostro stare online sul web e sui social? Ecco un breve #howto di #hatetrackers per riconoscere eventuali minacce e discriminazioni online:

🔴 Fai attenzione alle tue tracce digitali, ossia la somma dei dati sensibili che lasci dietro di te ogni volta che usi internet e che potrebbero essere compromessi
🔴Proteggi i dati sensibili presenti sul telefono: metti in atto accorgimenti per proteggere le informazioni e i dati presenti su di esso
🔴Non mettere altre persone in pericolo: fai attenzione a non esporre a rischi le altre persone e che includi nelle tue informazioni/foto condivise online

#Odioonline #Stopodioonline #Hatespeech #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

3 Agosto 2022

🔴Hai trovato sotto un post un commento di #HateSpeech? Segnalalo con #HateTrackers e taggaci.

🫂Aiutaci a individuare i commenti d’odio per creare una rete di sostegno reciproco.

#Odioonline #Stopodioonline #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

26 Luglio 2022
HATETRACKERS

Seguici

🔴Secondo voi se ci fosse una maggiore educazione sui social, già a partire dalle scuole secondarie, potrebbe migliorare la situazione dell’odio diffuso online?

🔴#HateTrackers con corsi di formazione e interventi nelle scuole vuole educare le nuove generazioni alla comprensione e neutralizzazione del discorso d’odio. Inoltre si impegna a generare empowerment nelle comunità locali a partire dai/dalle giovani, fornendo loro le competenze necessarie per comprendere, tracciare e contrastare i discorsi d’odio.

Cosa ne pensate?👇👇

#Odioonline #Stopodioonline #Hatespeech #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

21 Luglio 2022

🔴#HateTrackers ti vuole ricordare che non sei da sol* di fronte all’odio e l’#hatespeech, c’è una community dalla tua parte che ti può aiutare, per qualsiasi problema non esitare a contattarci!

🔴Insieme possiamo cambiare le cose creando una rete di sostegno reciproco per abbattere l’hate speech online.🔴

#Odioonline #Stopodioonline #Hatespeech #Progetto #Attivismo #Controlodioonline #Stopodio #Combatterelodio #Odio

19 Luglio 2022

Città coinvolte

Partecipano al progetto quattro diversi paesi europei:
Italia, Spagna, Grecia e Cipro, nelle città di Torino, Madrid, Atene e Nicosia.

Unire le forze contro l’odio online è meglio!

Città unite contro l'odio

Torino, Ancona e Palermo sono le prime città che hanno aderito al progetto #hatetrackers. Qui stanno nascendo comunità attive in grado di tracciare episodi di discorso d’odio e capaci di costruire delle efficaci strategie di risposta.

Le persone che fanno parte delle comunità attive locali sono tutte in contatto tra loro, in modo da ricevere supporto costante e imparare l’una dall’esperienza dell’altra, attraverso una piattaforma online creata apposta per loro.

Formazione

NO all’hate speech
e fake news nelle scuole

La scuola può diventare un laboratorio per cambiare il mondo che ci circonda, con consapevolezza, creatività e intelligenza.

Partecipa agli eventi Hatetrackers

Approfondimenti dal nostro Blog

di Emanuele Russo   L’inchiesta della testata web Fanpage sui giovani del partito della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, che investiga sulle
di Rebecca Saccardi   Oggi sentiamo spesso parlare di algoritmi, soprattutto nel contesto digitale: essi sono presenti nei motori di ricerca, dove organizzano i
di Rebecca Saccardi   Non esiste ad oggi una definizione universale di hate speech. Si tratta piuttosto di una espressione ombrello, che racchiude forme